IV Domenica di Avvento Anno A | commento al Vangelo Domenicale di Don Arturo Di Sabato


don-arturo-di-sabato-1Rubrica – “A contatto con il Vangelo – a cura di Don Arturo Di Sabato Vicario Parrocchiale, Santa Maria della Spiga – Lucera e Assistente Spirituale Sezione U.A.L. (Unione Amici di Lourdes).
Commenti e riflessioni sul Vangelo Domenicale.

Il seme della Vita | IV Domenica di Avvento Anno A 
22 dicembre 2019 – Dal Vangelo secondo Matteo  (1, 18-24)

Così fu generato Gesù Cristo: sua madre Maria, essendo promessa sposa di Giuseppe, prima che andassero a vivere insieme si trovò incinta per opera dello Spirito Santo. Giuseppe suo sposo, poiché era uomo giusto e non voleva accusarla pubblicamente, pensò di ripudiarla in segreto. Però, mentre stava considerando queste cose, ecco, gli apparve in sogno un angelo del Signore e gli disse: «Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa. Infatti il bambino che è generato in lei viene dallo Spirito Santo; ella darà alla luce un figlio e tu lo chiamerai Gesù: egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati». Tutto questo è avvenuto perché si compisse ciò che era stato detto dal Signore per mezzo del profeta: «Ecco, la vergine concepirà e darà alla luce un figlio: a lui sarà dato il nome di Emmanuele», che significa “Dio con noi”. Quando si destò dal sonno, Giuseppe fece come gli aveva ordinato l’angelo del Signore e prese con sé la sua sposa.

“Giuseppe fece come gli aveva ordinato l’angelo del Signore…….” (Mt 1,24)

Carissimi,
siamo giunti alla quarta domenica di avvento, ormai mancano pochi giorni al Natale e in questa pagina odierna ci viene presentata la figura di Giuseppe uomo giusto che allo stesso tempo esitava nel prendere la sua sposa perché dubitava della gravidanza.
L’unico modo per salvare Maria dalla lapidazione era quella di ripudiarla in segreto senza esporla all’accusa pubblica proprio perché era giusto e onesto.
L’Angelo è l’unico a chiarire le idee a Giuseppe e far capire che la gravidanza di Maria è frutto dell’azione dello Spirito Santo. Il figlio di Maria sarà chiamato l’Emmanuele, Dio con noi, ma anche Gesù, il nome che sarà imposto proprio da Giuseppe, il quale destatoti non solo dal sonno fisico ma anche da quello dei dubbi obbedisce a ciò che ha detto il Signore e prende Maria come sua sposa.
Forse, anche noi siamo presi da mille dubbi, paure dei vari progetti e scelte da considerare per la nostra vita, ma chiediamo l’aiuto del Signore. I suoi segni, ci sveglino da quel sonno e ci riportino gioia, fiducia ed entusiasmo.
Mettiamoci sempre in ascolto di Gesù che viene, e rinfranca i nostri cuori.
Amen!

Buona domenica
Vostro don Arturo

 

 

 

 

 

Commenta la notizia

commenti

Tags

Informazioni Autore

Vicario Parrocchiale, Santa Maria della Spiga - Lucera e Assistente Spirituale Sezione U.A.L. (Unione Amici di Lourdes)

Lascia un commento