Santa Famiglia di Gesù, Maria e Giuseppe – Anno A | commento al Vangelo Domenicale di Don Arturo Di Sabato


don-arturo-di-sabato-1Rubrica – “A contatto con il Vangelo – a cura di Don Arturo Di Sabato Vicario Parrocchiale, Santa Maria della Spiga – Lucera e Assistente Spirituale Sezione U.A.L. (Unione Amici di Lourdes).
Commenti e riflessioni sul Vangelo Domenicale.

Il seme della Vita | Santa Famiglia di Gesù, Maria e Giuseppe
29 dicembre 2019 – Dal Vangelo secondo Matteo  (2,13-15.19-23)

I Magi erano appena partiti, quando un angelo del Signore apparve in sogno a Giuseppe e gli disse: «Àlzati, prendi con te il bambino e sua madre, fuggi in Egitto e resta là finché non ti avvertirò: Erode infatti vuole cercare il bambino per ucciderlo». Egli si alzò, nella notte, prese il bambino e sua madre e si rifugiò in Egitto, dove rimase fino alla morte di Erode, perché si compisse ciò che era stato detto dal Signore per mezzo del profeta: «Dall’Egitto ho chiamato mio figlio».
Morto Erode, ecco, un angelo del Signore apparve in sogno a Giuseppe in Egitto e gli disse: «Àlzati, prendi con te il bambino e sua madre e va’ nella terra d’Israele; sono morti infatti quelli che cercavano di uccidere il bambino». Egli si alzò, prese il bambino e sua madre ed entrò nella terra d’Israele. Ma, quando venne a sapere che nella Giudea regnava Archelao al posto di suo padre Erode, ebbe paura di andarvi. Avvertito poi in sogno, si ritirò nella regione della Galilea e andò ad abitare in una città chiamata Nàzaret, perché si compisse ciò che era stato detto per mezzo dei profeti: «Sarà chiamato Nazareno».

“Egli si alzò, prese il bambino e sua madre” (Mt 2,21)

Carissimi,
nell’ottava di Natale, la Chiesa ci fa celebrare la Festa della Santa Famiglia di Nazaret istituita un secolo fa da Papa Leone XIII.
Come narra Matteo, la Famiglia di Nazaret è un impaurita dalla minaccia di Erode, ma è sempre guidata dall’Angelo del Signore. Giuseppe, esegue sempre gli ordini dell’angelo che gli parla per tante volte in sogno; si alza stringe a sé il bambino e la sua sposa e si mette in cammino sia verso l’Egitto per riparare e poi per la strada del ritorno in Galilea poiché la minaccia di Erode è crollata. Possiamo dire che sia nella paura che nella fatica del viaggio, Giuseppe è stato quello Sposo e Padre che ha saputo guidare e custodire la sua famiglia.
La Santa Famiglia, sia esempio è modello per tutte le famiglie perché si basino sull’esempio di Giuseppe vero sposo e Padre e di Maria, custode della Parola di Dio, vera sposa e madre.
Preghiamo per tutte quelle famiglie che oggi rinnovano le loro promesse di matrimonio e per le giovani famiglie formatesi quest’anno.
Preghiamo per quelle famiglie in crisi dove non sentono l’Amore di Dio e che hanno messo Dio al secondo posto.
Invochiamo lo Spirito Santo per intercessione della Santa Famiglia, perché in tutte le famiglie non manchi mai la preghiera e l’educazione cattolica per i loro figli.

Buona domenica.
Vostro don Arturo

 

 

 

 

Commenta la notizia

commenti

Tags

Informazioni Autore

Vicario Parrocchiale, Santa Maria della Spiga - Lucera e Assistente Spirituale Sezione U.A.L. (Unione Amici di Lourdes)

Lascia un commento