AÙREJE PE NATALE, gli auguri di Lino Montanaro


lino_montanaroCome ogni anno sta per arrivare, puntuale, il Santo Natale. Forse un Natale diverso da quelli della nostra fanciullezza e giovinezza, ma sempre un momento toccante, in questo mondo incerto ed insicuro.

Un ieri, più o meno lontano, molti di noi eravamo a Lucera, dove questo evento era vissuto con profonda e particolare religiosità e rispetto.
Oggi il destino ci ha portato a viverlo sparsi per il mondo, anche a migliaia di chilometri, ma ancora oggi nelle nostre case riviviamo quelle tradizioni lucerine fatte di sapori, di odori, di consuetudini che non abbiamo mai dimenticato, anche se nei luoghi dove adesso viviamo il significato del Natale è indubbiamente diverso.

A tutti i lucerini che, come me, per motivi diversi, si trovano lontano dalla nostra amata Lucera ed a quelli che hanno la fortuna di viverci ancora, vorrei inviare questo affettuoso augurio:

AÙREJE PE NATALE
Ije ce songhe nate e crescjute ‘nda stu pajése
e tand’anne ffà me ne sò júte allassacrése
E púre si passene l’anne me recorde ‘i facce canussciúte
e sèmbe ‘i feste e parecchje fatte accadúte
Perciò mò vogghje addedecà ‘nu penzire
pe rrecurdà ‘i Natale d’ógge da a jire
U sacce vúje penzate éje rrevate n’àte  vúne frìsske frìsske
che stammatíne ce porte ‘nu ddefrisske
Métte anzime quatte papocchje
sènze sapè si manghe ci’accocchje
Me vularissime ffà ‘nu cazzijatóne
ma sò sckitte quatte vèrse cafóne
Che vulete tènghe sèmbe ‘i ‘mmane mbriste
e  de papocchje àgghje ffatte  pruvviste
Mberciò stitéve attinde nen sckandate,
ógge ve porte ‘na mbassciate!
Aùerje a tutte-quande pe Natale
a chi stace bbùne e a  chi stace ‘ndo spedale!
A chi stace p’a prejèzze
e a chi stace p’a trestèzze!
A chi se sènde pèrze
e a chi s’è avezate ‘a smèrze!
A chi a fatte ‘i cúnde sènze ‘u candenìre
mo è rumaste sènza manghe ‘na lire
A chi l’ànne pigghjate ‘a úcchje
e fernúte ‘ndèrre  p’i peduúcchje
A chi ‘u marìte se ne jute de cape
mo stace púnde e da cape
Éje luuére ‘na vòte éravame cchjù cundènde
mo stime tutte-quande cchjù malamènde!
Ma eje Natale púre si ‘nu poche mussce
mò tutte amizze ‘u lareghe a ffà u strussce!
Aureje a  tutte-quande, ije ténghe ‘a sacche aperte
e vúje recurdatéve de mannarme……. ‘a mberte!!!!!

Lino Montanaro

La foto di copertina è stata gentilmente offerta da Emma Grasso

Commenta la notizia

commenti

Tags

Informazioni Autore

"Dialettando" è una rubrica di Lino Montanaro che ha raccolto prima nella sua memoria e poi in appunti, proverbi, modi di dire, espressioni tipiche lucerine, pillole di saggezza popolare, tramandate di generazione in generazione. [biografia]

Lascia un commento