Dialettando 123 – Modi di dire Lucerini


Lino Montanaro“Dialettando” , la rubrica di Lino Montanaro propone tutti i giovedì proverbi e modi di dire lucerini, tramandati di generazione in generazione, per non dimenticare le origini della nostra amata Lucera.

DIALETTANDO 123

A Lucera non si dice “È una vera attaccabrighe, alle volte si comporta come una donna sguaiata e volgare” ma si dice
– “È ‘NA FÈMMENA ‘MBECCIÓSE, CÈRTE VÓTE PÁRE PROPETE ‘NA VAJÁSSE

A Lucera non si dice “Comunque sia, sposando quella ragazza, vincerà un terno al lotto” ma si dice
– “CÚME SÍJA, SÍJE, È SECÚRE CHE SE SI PIGGHJE A QUÈLLE MÈTTE MÁNE A NU ZEFFÚNNE DE SOLDE

A Lucera non si dice ” Tu, invidiosa, che hai da spettegolare sul mio conto?” ma si dice
– “EMBÈ, FÁCCIA GIÁLLE, CHE TÍNE DA DÌ SÓP’A MMÈ?

A Lucera non si dice “Mi sono scoraggiato, in questo periodo non me ne va una buona” ma si dice
– “‘ME MORE D’ÀNEME, TUTT’A MMÈ VÁNNE CONDRE, L’ACQUE M’ASCIUGHE E U SÓLE ME ‘MBONNE

A Lucera non si dice ” Ha subito un tracollo finanziario e adesso non sa come parare” ma si dice
– “È RRUMÁSTE ALLELUJE, E MÒ NZÁPE CCHJÙ QUÀL’ACQUA VÉVE!

A Lucera non si dice ” Non si riesce a stargli vicino, ha l’alito che mette in fuga la gente” ma si dice
– “NEN PÚJE STÀ A LLÀ VECÍNE, TÉNE NU FIJÁTE CHE SÁPE DE CAMBESÁNDE

A Lucera non si dice ” La felicità sta nelle piccole cose” ma si dice
– “CECÁTILLE A CECÁTILLE SE FÁCE ‘U PIATTÍLLE

A Lucera non si dice “È sempre in giro e non è mai rintracciabile“ ma si dice
– “PÁRE NU CIUCCE DE ZÌNGHERE, NDÉNE NNUMERE DE CÁSE

A Lucera non si dice “Bisogna parlare chiaro per non essere fraintesi“ ma si dice
– “‘A PAROLE NN’ÉJE CÚME SE DÍCE, MA CÚME SE CAPÍSSCE

A Lucera non si dice ” Coloro che hanno la testa rasata incutono sempre un po’ di timore“ ma si dice
– “ ‘A COCCE DE MÚRTE FÁCE SÈMBE PAÚRE

LA RAGIONERIA il nuovo libro di Lino Montanaro e Lino Zicca

“Storie da scuola: Un album di ricordi, di fatti, di aneddoti e personaggi”

la_ragioneria_copertina

ORDINA ORA

Le storie raccontate in questo libro, che abbracciano un arco temporale che parte dagli inizi degli anni sessanta e finisce nel 1969, nascono nelle aule della storica scuola di Lucera detta la “ragioneria“. Sono storie che potrebbero essere ambientate in una qualsiasi scuola italiana, perchè raccontano vicende che avvengono particolarmente all’interno di ambienti scolastici. Sono quindi storie senza tempo, che raccontano del periodo più importante della nostra vita, quello in cui si comincia a conoscere il mondo attraverso la mediazione di altre figure. E’ infatti, proprio in questa fase della vita che si fissano i ricordi più belli e si vivono le vicende che un giorno si racconteranno con piacere. E’ il momento in cui nascono le relazioni più importanti, gli amori, le passioni e a volte i rancori. La scuola, intesa come comunità di persone orientate a uno scopo, è la protagonista indiscussa di tutto questo. Nel nostro caso è nelle aule dell‘Istituto Vittorio Emanuele II che accadono alcuni avvenimenti, che abbiamo il piacere di leggere in queste pagine.

 

 

 

Ordina ora il libro “LA RAGIONERIA”, di Lino Montanaro e Lino Zicca
Considerato che il libro “LA RAGIONERIA” non ha un prezzo di vendita, assicuratene subito la disponibilità, con un contributo minimo volontario alle spese di stampa di euro 10,00 + 2 euro spese di spedizione.
Compila il form che segue:

Il tuo nome e cognome (richiesto)

Indirizzo di Spedizione (richiesto)

Città (richiesto)

Cap (richiesto)

La tua email (richiesto)

Telefono (opzionale)

Numero copie (richiesto)

 

[LINO MONTANARO BIOGRAFIA E PUBBLICAZIONI PRECEDENTI]

 

 

Commenta la notizia

commenti

Tags

Informazioni Autore

"Dialettando" è una rubrica di Lino Montanaro che ha raccolto prima nella sua memoria e poi in appunti, proverbi, modi di dire, espressioni tipiche lucerine, pillole di saggezza popolare, tramandate di generazione in generazione. [biografia]

Lascia un commento