Dialettando 80 – Modi di dire Lucerini


Lino Montanaro“Dialettando” , la rubrica di Lino Montanaro propone tutti i giovedì proverbi e modi di dire lucerini, tramandati di generazione in generazione, per non dimenticare le origini della nostra amata Lucera.

DIALETTANDO 80

A Lucera non si dice “Lo sfavorito si arrangia come può” ma si dice
– “ ‘A GALLINE CECATE A NOTTE RASPULEJEJE

A Lucera non si dice “Ragazzo che sta troppo in bagno” ma si dice
– “STACE FACENNE ZUCULÈLLE

A Lucera non si dice “Ha continuato a piangere, ed io none potevo più“ ma si dice
– “ À CUMENGIATE ‘NU PICCHJE, M’A STUNATE ‘I CEREVÈLLE

A Lucera non si dice “Avere la consapevolezza di essere nel giusto “ ma si dice
– “CHI TÉNE CUSSCIÈNZE NTÉNE VERGOGNE

A Lucera non si dice “Ha sempre la stessa fissazione “ ma si dice
– “S’È FFESSATE CÚM’E GGEGGILE TOZZE P’I GALLUCCE

A Lucera non si dice ” Tutti sono utili ma nessuno è indispensabili“ ma si dice
– “ E’ MÚRTE ‘U SAGRESTANE E NZE SONENE CCHJÙ ‘I CAMBANE ?

A Lucera non si dice “ Un ostacolo a realizzare i nostri progetti può essere la molla per concretizzarli“ ma si dice
– “ÓGNE MBEDEMÈNDE ÉJE GGIUVAMÈNDE

A Lucera non si dice “Essere sbigottiti, sorpresi e stupefatti per una notizia “ ma si dice
– “ ME SCÈNNÚTE ‘U CÓRE ND’E CALECAGNE

A Lucera non si dice “Le persone calme e tranquille, mai fidarsi!!!!!“ ma si dice
– “ACQUA CUJÉTE APPANDANE E FFÉTE

A Lucera non si dice ” Le porzioni nel piatto sono scarse “ ma si dice
– “ CHÈ, C’IMA CUMBESSÀ?

[LINO MONTANARO BIOGRAFIA E PUBBLICAZIONI PRECEDENTI]

 

Commenta la notizia

commenti

Tags

Informazioni Autore

"Dialettando" è una rubrica di Lino Montanaro che ha raccolto prima nella sua memoria e poi in appunti, proverbi, modi di dire, espressioni tipiche lucerine, pillole di saggezza popolare, tramandate di generazione in generazione. [biografia]

Lascia un commento