“Il lucerino è il dialetto più giovane d’Italia”, Quadernetto di Romano Petroianni


romano petroianni

“Il lucerino è il dialetto più giovane d’Italia”, Quadernetto di – Romano Petroianni (leggi biografia)

U lucerene èoje u dejalètte chejù crejatere talejane
(U / lucer-n, / eoj / u / d-jalett / ch-jù / cr-jat-r / tal-jan)

Cosa mi ha portato ad enunciare che il dialetto di Lucera è il linguaggio più giovane d’Italia?

La risposta immediata è:
 – “la deduzione” –

Quel ragionamento che da determinate premesse si ricavano conclusioni logicamente necessarie, cioè arrivare alla verità attraverso questo procedimento –

Come è deduzione, ed è verità, che tutte le diagonali in un cerchio passano dal suo centro.

Alla stessa maniera di come sono stati colmati alcuni vuoti del passato, con logiche deduzioni, e piccoli tasselli hanno completato il grande mosaico della storia (o quasi).

Tra queste logiche deduzioni è compresa anche la mia, non espressa in nessun testo di storia, in merito alla liberazione di Lucera dalla presenza degli Svevi e da quella saracena.

Perché Carlo I d’Angiò, dopo l’assedio a Lucera, da febbraio 1268 ad agosto 1269, contrariamente agli accordi con il Papa Urbano IV, del maggio / 1264, permise alla colonia saracena di vivere nel cuore del mondo cristiano invece di distruggerla?

Non sarebbe stato più logico che il mondo saraceno a Lucera sparisse in questa occasione e non dopo 34 anni, il 15 agosto nel 1300, tramite Pipino di Barletta per volere di Carlo II D’Angiò lo zoppo?

 

Puoi continuare la lettura, aprendo gratuitamente in pdf l’intero quadernetto

pdf-download-icon

Commenta la notizia

commenti

Tags

Informazioni Autore
Romano Petroianni

Sono un cultore del dialetto di Lucera e autore di libri, tra i quali, uno, il più corposo di 3400 pagine, diviso in tre volumi, dal peso complessivo di 7 kg. , intitolato - "U rataville" (U / ratavill ) - continua >

Lascia un commento