Lino MontanaroCARNUUVALE, è una libera traduzione in vernacolo lucerina della poesia “Carnevale vecchio e pazzo di Gabriele D’Annunzio”.

Carnuuale vécchje e pazze
s’è vennúte ‘u  materazze
p’accattà  pane, vìne,
taralluzze e salamine.
E magnanne a cripe e skatte
mo s’è fatte chiatte chiatte
l’è ccresciúte ‘nu treppóne
c’assemegghie a ‘nu pallóne.
Vève, vève e allassacrèse
a fatte ‘a facce rossce e appèse
e ‘a trippe  s’è skattate
pe tutte quille che s’è magnate.
Accussì more Carnuuvale
e l’anne FATTE ‘u funerale
da povele ère nate
e de povele è turnate.

Commenta la notizia

commenti

Tags

Informazioni Autore
Lino Montanaro

"Dialettando" è una rubrica di Lino Montanaro che ha raccolto prima nella sua memoria e poi in appunti, proverbi, modi di dire, espressioni tipiche lucerine, pillole di saggezza popolare, tramandate di generazione in generazione. [biografia]

Lascia un commento