Dialettando 67 – Modi di dire Lucerini


Lino Montanaro“Dialettando” , la rubrica di Lino Montanaro propone tutti i giovedì proverbi e modi di dire lucerini, tramandati di generazione in generazione, per non dimenticare le origini della nostra amata Lucera.

DIALETTANDO 67

A Lucera non si dice “Chi non si sa adattare alle circostanze non sopravvive “ ma si dice
– “CHI SE PONGECHE ÈSSCE FÓRE

A Lucera non si dice ” Nelle annate ricche di olio si avrà poco grano “ma si dice
– “GRASSCE DE NÙZZELE, CARESTIJE DE STOZZERE

A Lucera non si dice ” Chi è onesto non ha paura di niente “ ma si dice
– “ ‘ÀREJE NÈTTE NTÉNE PAÚRE D’I TRÚNELE

A Lucera non si dice “Non si è mangiato nulla “ ma si dice
– “ ‘CE SIME MAGNATE COCCE DE SARACHE!

A Lucera non si dice ”Si sta impegnando in una cosa che non porta niente di produttivo, serve solo a perder tempo “ ma si dice
– “NDÉNE CHE FFÀ E PIGGHJE I CANE A PPETTENÀ

A Lucera non si dice “Sono amico di chi mi promette aiuto “ ma si dice
– “CHI ME BBATTÈZZE, M’È CCUMBARE

A Lucera non si dice “Hai commesso un grosso errore ed ora cerca da solo una soluzione al tuo problema“ ma si dice
– “MÒ TA VIDE TU E ‘U MÉSE DE MAGGE!

A Lucera non si dice “È veramente un poveraccio“ ma si dice
– “NEN TÉNE NNÉ CÍLE ‘DA GUARDÀ NNÉ TERRA PE’ CAMMENÀ

A Lucera non si dice “Chi ha voglia di lavorare non va troppo per il sottile“ ma si dice
– “CHI VOLE ARÀ, ARE PURE C’U PEZZÚCHE

A Lucera non si dice “Non danneggio la mia reputazione senza tornaconto“ ma si dice
– “MA CHE TE CRIDE CHE FAZZE ‘A PUTTANE A CCRÈDENZE?

[LINO MONTANARO BIOGRAFIA E PUBBLICAZIONI PRECEDENTI]

 

Commenta la notizia

commenti

Tags

Informazioni Autore

"Dialettando" è una rubrica di Lino Montanaro che ha raccolto prima nella sua memoria e poi in appunti, proverbi, modi di dire, espressioni tipiche lucerine, pillole di saggezza popolare, tramandate di generazione in generazione. [biografia]

Lascia un commento