Notti Sacre in Puglia: concerto di Nadia di Vittorio a Lucera 🗓 🗺


Musica
Chiesa San Leonardo Piazza San Leonardo, Lucera Mappa

Si terrà venerdì 21 agosto, alle ore 21.00, presso la chiesa di San Leonardo, il concerto della soprano Nadia di Vittorio con le scenografie di “Visual Art” di Miguel Gomez. L’evento rientra nella manifestazione “Notti Sacre in Puglia” ed è sostenuto dalla Diocesi di Lucera-Troia.

CENNI BIOGRAFICI DI NADIA DI VITTORIO, soprano, figlia d’arte.

Nadia Divittorio, soprano, figlia d’arte, inizia la sua formazione sotto la guida del padre Donato, docente di flauto al Conservatorio di Monopoli e uno fra i più stretti collaboratori di Nino Rota. Si è diplomata col massimo dei voti in canto lirico al Conservatorio di Monopoli. Nel 2000-2001 ha cantato in cinque rappresentazioni dell’opera “Suor Angelica” di G. Puccini, nel 2002-2003 in “Madama Butterfly” al Teatro Piccinni di Bari e al Verdi di Brindisi. Successivamente ha cantato nei “Pagliacci” di Leoncavallo e nella “Cavalleria Rusticana” di P. Mascagni nelle stagioni liriche tenutesi a Taranto e Potenza. Nel 2010 è presente nei “Carmina Burana” della produzione diretta dal M° Renzetti al Teatro Petruzzelli di Bari e al “Requiem di Mozart” a Taranto. Nel 2011 è stata protagonista a Taranto del centesimo anniversario della “Fanciulla del West”.Ha vinto numerosi concorsi ed è stata vincitrice della borsa di studio nell’ambito del corso di alto perfezionamento con i Maestri S. Lowe e M. Aspinall. Nadia Divittorio ha tenuto diversi concerti come solista in molti centri della Puglia distinguendosi come interprete mozartiana e pucciniana, con successo di pubblico e di critica. Molto interesse riscosse come voce protagonista di un concerto con liriche di N. Van Westerhaut accompagnata solo da un ensamble di flautisti, in una versione mai ascoltata in Puglia. Diverse testate giornalistiche locali le hanno dedicato recensioni e interviste.

Programma:

V. Bellini da Capuleti e Montecchi: “O quante volte”; G. Puccini dalla Bohème: “Quando men vo”; G. Verdi da Simon Boccanegra: “Non so le tetre immagini”; G. Puccini da Tosca: “Vissi d’arte”; G. Puccini da Turandot: “Tu che di gel sei cinta” e “Signore ascolta”; G. Puccini da Suor Angelica: “Senza mamma”; G. Puccini da Butterfly: “Un bel dì vedremo”; L. Dalla “Caruso”; E. Piaf: “La vie en rose“; A. Dvorak. “ La luna”.

Commenta la notizia

commenti

Tags

Lascia un commento