Psicologia: Mamme che fanno del male ai propri figli


ariannapedoneMaggio, mese in cui fioriscono le rose, mese dedicato alla mamma, io lo vorrei celebrare parlando di una particolare sindrome di cui non si parla spesso, che riguarda l’accudimento patologico.

L’amore di una madre è sconfinato e si tende a proteggere i bambini da qualsiasi tipo di pericolo o frustrazione, come dalle malattie e dagli incidenti. Ma in alcuni casi non è così…
Si chiama  Sindrome di Münchhausen per procura (o Sindrome di Polle, dal nome del figlio del barone di Münchhausen morto in circostanze oscure), ovvero la produzione intenzionale da parte di un responsabile di sintomi fisici o psichici sulla persona che da lui dipende, in modo che questi venga considerato malato o comunque più grave del reale stato della malattia. Questa patologia deriva dalla vera e propria sindrome di Münchhausen che è un disturbo psicologico che spinge  l’individuo a curarsi per una malattia che non esiste, o che è stata volontariamente procurata dal paziente stesso, al fine di ottenere le cure mediche.

Il caso di Kathy Bush
Uno dei casi più famosi è quello di Katy Bush che risale agli anni ’90.
Katy Bush fece ricoverare la figlia più di 200 volte; la piccola subì 40 interventi chirurgici, e trascorse più di 600 giorni in ospedale nell’arco di soli 3 anni. Siccome i medici non comprendevano le causa del malessere, la bambina era costretta a vivere intubata. I medici notavano solo che dopo ogni visita della madre la bambina peggiorava. Lentamente si scoprì che la madre le iniettava o le faceva ingerire sostanze tossiche: veleni, batteri e addirittura feci.

Immagino che vi chiederete il perché, voi di un tale atroce comportamento? Talvolta il comportamento della madre nasconde un attacco al marito che forse è distante; la madre si vendica dell´uomo che ha accanto e con il quale ha avuto un figlio proprio attaccando il bambino. Ma la risposta nella maggior parte dei casi è un’altra….
Secondo la Sindrome di Münchhausen per procura (Münchhausen Syndrome by Proxy – MSP), la figura di accudimento arreca un danno fisico al figlio/a per attirare l’attenzione su di sé. Tutto quello che Katy Bush faceva alla figlia aveva l’obiettivo di attirare l’attenzione dei medici e poi dei mass media, tanto è vero che la sua fasulla lotta per la vita della figlia la portò a conoscere persino Ilary Clinton e alcuni divi americani.
Katy Bush era il simbolo della madre eroica, un’eroina per i poveri ammalati che addirittura si fece portavoce di campagne per l’assistenza sanitaria alle famiglie disagiate.

Grazie a tutta la fama che ebbe, Katy Bush e la sua famiglia ricevettero ingenti donazioni di soldi, che gli permisero di avere una vita molto agiata: vacanze costose, macchine, una piscina, e addirittura una Harley Davidson.

E´ successo che alcune madri con tale sindrome abbiano salvato il proprio figlio con la rianimazione cardiorespiratoria, dopo averlo quasi ucciso, per cui, paradossalmente, sono diventate delle eroine. Sono affettuose e sensibili ai bisogni del bambino, i medici le apprezzano perché sono molto zelanti nel riportare la sintomatologia, anche se completamente sbagliata. Una signora inglese affetta da MSP riferiva che le piaceva sentire la compassione degli altri, sua figlia doveva stare male perché lei potesse sentirsi importante e che le piaceva essere presa in considerazione dai medici.

Vi auguro che abbiate trascorso una felice festa della mamma e vi aspetto per il nostro incontro il mese prossimo.

Commenta la notizia

commenti

Tags

Informazioni Autore
Arianna Pedone

La Dottoressa Pedone, Psicologa Psicoterapeuta, risponde alle tue domande su: ansia, depressione, attacchi di panico, depressione post parto, problemi di coppia, disturbi alimentari, disturbi della sfera sessuale, problematiche familiari.. [contatti]

Lascia un commento