#SassoCartaForbice: Quanto manca a Natale?


Mancano meno di due settimane a Natale e oggi voglio accompagnarvi in questa dolce attesa con qualche libro in mano, da leggere insieme ai vostri figli.

La voce di un genitore che legge crea un legame solido e sicuro con il bambino che ascolta.”

Apro la “lista regali” con una raccolta di storie natalizie per piccoli, da leggere prima della nanna durante tutto il periodo di attesa del Natale e durante le feste:

storie di natale per i piccini
STORIE DI NATALE PER I PICCINI
, di Russell Punter; ill. di Philip Webb, Ed. Usborne.

Saltiamo sulla slitta di Babbo Natale e iniziamo un magico viaggio attraverso queste sei piccole storie che parlano di giocattoli da costruire, regali da consegnare e…pupazzi di neve che si animano per non perdersi il divertimento!

 

 

 

BABBO NATALE E LA NOTTE DEI SOGNI, di Valentina Rizzi; ill. di Francesca Carabelli, ed. Gribaudo.Babbo Natale e La notte dei sogni

Un libro accattivante già dalla sua copertina – colorata, imbottita e lucida – che coinvolge i bambini dalla prima pagina con una scrittura ritmata e in rima e racconta di un minuscolo folletto, Mister P, che riesce ad ascoltare i sogni e i desideri nascosti dei bambini e aiuterà Babbo Natale a portare i doni giusti!

 

 

 

 

Il piccolo Abete

IL PICCOLO ABETE, di Delia Huddy; ill. di Emily Sutton, Emme Edizioni.

Un albo deliziosamente narrato, con testi profondi e illustrazioni dettagliate, piacevoli e rilassanti, che ci raccontano di un piccolo abete che, nel giorno della Vigilia di Natale, nessuno vuol portare a casa. Nessuno, tranne un bambino al quale non importa se l’alberello è meno alto e robusto di altri.

 

 

 

 

 

BABBO NATALE, di Raymond Briggs; Ed. Rizzoli. Babbo Natale

Un classico del 1973, vincitore della Kate Greenaway Medal, presentato nella sua nuova edizione e una nuova copertina glitterata, da leggere e rileggere instancabilmente. Un albo illustrato a fumetti che racconta una storia insolita piena di poesia e di humour, mettendo d’accordo bambini, ragazzi e adulti.

 

 

 

 

canto di natale

CANTO DI NATALE, di Charles Dickens; ill. di Viktoria Fomina, Ed. Rizzoli.

Un romanzo che tutti dovrebbero leggere, perché, facendoci condurre dai propri fantasmi e ascoltandoli, possiamo comprendere cosa e dove abbiamo realmente fallito, emotivamente e umanamente. E realizzare che la vera ricchezza da custodire è saper donare.

Il romando di Dickens è l’incontro tra la tradizione del romanzo gotico e il genere fiabesco, una storia allegorica che scava dentro l’anima del lettore trasmettendo speranza: chi vive nell’aridità e nell’avidità d’animo ha la possibilità di liberarsi delle catene rappresentate da elementi materiali e privi di amore. Tutti possono migliorare, modificare il loro atteggiamento e alimentare il proprio spirito con valori nuovi, capaci di risanare i dolori dell’anima.” Katya Maugeri.

Charles Dickens scrisse il “Canto di Natale” col desiderio di coinvolgere sia i grandi che i bambini, attraverso descrizioni commoventi, al fine di risvegliare sentimenti puri come l’amore e la tolleranza, il rispetto per gli altri e la capacità di apprezzare le piccole cose, non solo a Natale.

Un libro ricco di emozioni, di magia, di riflessioni che ci riportano a quella serenità quotidiana che solo le piccole cose riescono a donare.

 

 

il_piccolo_gesuE per chi vuole raccontare ai propri figli la storia della nascita di Gesù, aprire le finestrelle durante l’Avvento e godere di un colorato presepe pop-up, consiglio IL PICCOLO GESÙ, di Sally Ann Wright, ill. di Honor Ayres, Ed. Paoline.

 

 

 

 

 

In libreria trovi tanti altri libri e giochi da regalare a Natale.

A mercoledì 28 dicembre 2016 con #SassoCartaForbice!

Commenta la notizia

commenti

Tags

Informazioni Autore

Mariangela Maggiore "architetta incantata" dal mondo dei bambini e dalla passione per i libri, titolare e libraia de “Il sasso nello stagno”, libreria-laboratorio dedicata ai bambini, ai ragazzi, ai genitori, e a chi crede che di crescere e di sognare non si smette mai. [continua]

Lascia un commento