14.9 C
Lucera
17 Ottobre 2021
Lucera.it – Giornale Online sulla città di Lucera
Copertina Sfogliando

Sfogliando – Detti e Contraddetti…così per dire: “IJÀ! FÓSSE A SÁNDA MARÍJE! “

realizzazione siti web Lucera

I proverbi e i modi di dire lucerini sono tanti. Di solito la loro origine è lontana e frutto di culture passate. Molto spesso hanno alle loro spalle un riferimento ben preciso, ovvero una storia e un significato, che non molti conoscono, dato che si tratta di detti appartenenti alla tradizione, alcuni scomparsi e altri poco in uso. Allora, non è mai troppo tardi per riproporli e questa rubrica offre un’opportunità piacevole, e speriamo interessante, per saperne di più.

” IJÀ! FÓSSE A SÁNDA MARÍJE! “

bar_pozzuto_luceraTraduzione: (Lo volesse la nostra patrona Santa Maria).

Significato: “Un’esclamazione caratteristica per esprimere il desiderio che qualcosa di appena detto o ascoltato si realizzi”.

Curiosità: “Un aneddoto fornisce la spiegazione di questo modo di dire. Una domenica mattina giunse a Lucera l’onorevole Amintore Fanfani, segretario della Democrazia Cristiana, per tenere un comizio in occasione delle elezioni amministrative del 15 e il 16 giugno 1975. Piazza Duomo, stracolma di cittadini, fu allestita come nelle grandi occasioni politiche. Fanfani, conosciuto come grande oratore, prese la parola dopo l’introduzione del segretario cittadino della DC e del sindaco. Il suo intervento fu animato da un sacro furore anticomunista e giunse, perfino, ad affermare, rivolgendosi agli artigiani, ai barbieri, ai baristi, che se in Italia ci fosse stata la vittoria dei comunisti anche loro sarebbero diventati dipendenti dello Stato. A questo punto, dopo tale affermazione, nel silenzio della piazza, si sentì chiara e forte, un’esclamazione ad alta voce da parte del proprietario e gestore di un bar situato al centro della piazza stessa: IJÀ?! FÓSSE A SÁNDA MARÍJE! che provocò un brusio e risate generali. Questo perché i posti di lavoro nel settore pubblico erano particolarmente ambiti rispetto ai lavori nel settore privato sia per la sicurezza del mantenimento del posto, sia per le migliori condizioni di lavoro.”

Rubrica di Lino Montanaro & Lino Zicca

Potrebbero Interessarti

Dialettando – “A Lucera si dice 21”, parole che descrivono “Modi di Fare”

Lino Montanaro

Sfogliando – Detti e Contraddetti…così per dire: “MÌTTE A FFÀ U RAGÙ!”

redazione

Santissima Trinità – Anno C | commento al Vangelo Domenicale di Don Arturo Di Sabato

Don Arturo Di Sabato

Salvatore Marchetti presenta: “Imperatore”, l’Amaro della Daunia, lunedì 24 aprile a Lucera con degustazione e ricco buffet

redazione

Dialettando 216 – Modi di dire Lucerini

Lino Montanaro

Quartetto con pianoforte per l’ultimo evento al Garibaldi di Lucera (Fg)

redazione