16.1 C
Lucera
13 Aprile 2024
Lucera.it – Giornale Online sulla città di Lucera
Copertina I quadernetti Libri

“U chejachille”, Quadernetto di Romano Petroianni

realizzazione siti web Lucera

romano petroianni

“U chejachille”, Quadernetto di – Romano Petroianni (leggi biografia)

Termine in uso ancora nel linguaggio dialettale con il significato di “Il piccolo chiacchierello” (al genere maschile) e e “ A chejachèlle (A / ch-jachell) “La piccola chiacchierella” (al femminile); alla lettera provengono dalla seguente forma:

– “Il chiacchiera-ello” (al maschile) –

e

– “La chiacchiera-ella” (al femminile) –

Ciò e spiegato naturalmente attraverso le regole della grammatica di Lucera contenuta nel mio libro di 3400 pagine intitolato:

– “U rataville” (U / ratavill) –

– “Il piccolo aratro con l’asta” –

– “Il” (di “Il chiacchiera ello”) articolo determinativo maschile singolare, è tradotto con “U” (di “U chiacchiera-ello”), riduzione dovuta alla caratteristica consonante “l” (elle), la prima in assoluto tra tutte, che si annulla o si scambia con la “r” (erre), come nei seguenti esempi:

– alto > avete (av-t) –

– altro > ate (at) –

– folto > fute (fut) –

– gelso > civeze (civ-z) –

– coltello > curtille (curtill) –

– martello > maltille (maltill) –

– “La” (di “La chiacchiera-ella”) articolo determinativo femminile singolare, è tradotto con la sola vocale “A” (di “A chiacchiera-ella”) –

I passaggi analitici dall’articolo maschileil” al dialettale “u” sono:

– “il” > “i” –

– “i” > “u” –

E articolo femminilela” al dialettale “a”:

– “la” > “a” –

Tutti con il riferimento alle seguenti regole grammaticali:

– 1) La consonante “l” (di “il” e di “la”), come già sopra spiegato, si annulla e i binomi si riducono alla sola vocale “i” per il maschile e “a” per il femminile –

– 2) La “i”, già ridotta (di “il”), si trasforma nel dialetto di Lucera, ma anche negli altri, nella vocale “u” (e viceversa), come nei seguenti esempi:

– marito > marute (marut) –

– ludico > leduche (l-duch) –

– nido > nute (nut) –

– riso > ruse (rus) –

– muco > micche (micch) –

– “chiacchiera” (di “U chiacchiera-ello”), discorso inutile, vuoto, di poca importanza, futile, è tradotto in dialetto con “chejacchere” (di “U chejacchere-ello”), ed è ridotto in “chejacch-ere” (di “U chejacch-ere-ello”) –

Questa riduzione è provocata dalla particolare vocale “e”, che essendo muta ed iniziale del secondo termine dialettale “ere” (di “U chejacch-ere-ello”), scompare “U chejacch-re-ello”.

 

Puoi continuare la lettura, aprendo gratuitamente in pdf l’intero quadernetto

pdf-download-icon

Potrebbero Interessarti

Dialettando 79 – Modi di dire Lucerini

Lino Montanaro

Interruzioni erogazione di energia elettrica in tutta la città

redazione

Dialettando 231 – Modi di dire Lucerini

Lino Montanaro

Lucera Estate 2018: ecco il programma dell’estate lucerina

redazione

Recital Lirico “Agitata da due venti” al Teatro Garibaldi di Lucera

redazione

Due tappe foggiane per il “Cammina Italia CAI 2019”. È la prima volta

redazione