8.1 C
Lucera
27 Novembre 2022
Lucera.it – Giornale Online sulla città di Lucera
Copertina I quadernetti Libri

“A surlareja”, Quadernetto di Romano Petroianni

realizzazione siti web Lucera

romano petroianni

“A surlareja”, Quadernetto di – Romano Petroianni (leggi biografia)

A surlareja
(A / surlar-ja)

Termine ancora in uso nel linguaggio lucerino con il significato di “plateale manifestazione continua d’irrefrenabile allegria”, con il riferimento sia al “giullare”, sia al dialettale “curle” (curl), inteso la “trottolina”, tradotto in alcune fonti letterarie con “curro”, nome maschile, cilindro di legno o metallo che, posto sotto oggetti pesanti, facilita lo scorrimento.

Invece, la derivazione di “A surlareja “(A / surlar-ja), alla lettera, si ha dalla seguente espressione:

– “la corri giullare in allegria” –

La cui dimostrazione analitica, con le regole della grammatica di Lucera, è la seguente:

– “la corri giullare in allegria” –
ridotta
– “la corri giullare allegria” –

– “la corri giullare allegria” > “a corri giullare allegria” –

L’articolo “la”, riferito al femminile termine “allegria”, cambia in dialetto in “a”.

– “la corri giullare allegria” > “a curre giullare allegria” –

– “corri” (di “la corri giullare allegria”) modo imperativo del verbo ”correre” (riferito al particolare giullare con l’ordine di ”facci ridere”), cambia nella traduzione dialettale la vocale “o” e la finale “i” (di “corri”) rispettivamente in “u” e in “e” muta (di “curre”), come nei seguenti esempi…

 

Puoi continuare la lettura, aprendo gratuitamente in pdf l’intero quadernetto

pdf-download-icon

Potrebbero Interessarti

Il nostro kamishibai”: ciclo di incontri per bambini presso “Il sasso nello stagno”

Isabella Capobianco

Due eventi culturali da non perdere al Circolo Unione di Lucera

redazione

“I lucerene nfucacejucce”, Quadernetto di Romano Petroianni

Romano Petroianni

XIII Domenica Tempo ordinario – Anno C | commento al Vangelo Domenicale di Don Arturo Di Sabato

lucerIn0d0c

Sfogliando – Detti e Contraddetti…così per dire: “A ÚMMA A ÚMME…”

redazione

Un cono di libri: laboratorio di lettura in Piazza Nocelli

Isabella Capobianco