7.3 C
Lucera
17 Gennaio 2022
Lucera.it – Giornale Online sulla città di Lucera
Auguri Copertina

L’Associazione Diocesana ringrazia e saluta Don Ciro Fanelli

realizzazione siti web Lucera

Riceviamo e con piacere pubblichiamo il seguente messaggio di ringraziamento a Don Ciro Fanelli dall’Associazione Diocesana.

Eccellenza, Don Ciro, dal profondo del cuore, a nome di tutta l’Associazione Diocesana accogli il nostro GRAZIE

per aver risposto generosamente e responsabilmente alla chiamata di Dio, nelle diverse tappe della vita, dal Battesimo al sacerdozio e fino alla nomina episcopale;

per aver guidato con amore e passione l’associazione, prima come Assistente ACR e poi come Assistente unitario di AC, lasciando in ognuno di noi un’impronta indelebile, intessuta di interiorità, di speranza, di concretezza e di servizio;

per la pazienza, la prudenza, la saggezza e l’equilibrio che hai avuto nelle varie e molteplici situazioni,, dalle più semplici a quelle più difficili;

per la disponibilità encomiabile con cui hai servito la nostra Associazione diocesana sempre con generosità e apertura d’animo, per ogni evento e clima;
– Per l’amicizia che ci hai donato , che vuol dire stima, rispetto e lealtà;

In questi anni, ci ha rivolto un’infinità di parole, di esortazioni., di consigli: oggi in questo giorno di saluto accogli una promessa ed un suggerimento: la promessa, che conserveremo accesa nei nostri cuori la lucerna della riconoscenza e della gratitudine; l’umile suggerimento: “scrivere sulla polvere il male eventualmente ricevuto e incidere sul marmo il Bene operato”, nella consapevolezza che in tutti i mutamenti della vita una cosa rimane certa: che Cristo è lo stesso, ieri, oggi e sempre, e, se conclude una vicenda, è solo per aprircene un’altra più luminosa.

Certi sempre della tua preghiera e assicurandoti la nostra preghiera per il tuo ministero episcopale, ti vogliamo salutare e abbracciare con le parole del Card. Martini:

“Prendi il largo”: in molti sensi e in molti modi questo invito di Gesù ci raggiunge dunque oggi. Mentre ci invita a dare ancora uno sguardo alla riva che lasciamo, ci apre gli orizzonti che ci sono davanti. Per un credente non è mai il tempo della nostalgia né tanto meno del rimpianto. É sempre l’ora della speranza, della fiducia, dell’amore. Tutto passa: l’amore resta. E questo amore ci ha parlato e raggiunto in Gesù Cristo, Parola di Dio.

(Card. Martini)

L’amore, dunque resta, carissimo Don Ciro e nessuno e niente ce lo potrà rubare.

Ad Maiora

AZIONE CATTOLICA ITALIANA

Diocesi di Lucera – Troia

Potrebbero Interessarti

“Foggia 100. La categoria… un dettaglio” si presenta nell’anfiteatro di Parcocittà

redazione

“Se non si muore di covid, si rischia di morire di burocrazia”, appello del Collegio dei Geometri di Lucera

redazione

Dal 27 maggio al 1 Giugno mostra del pittore lucerino Gianni Mentana

redazione

Angolo della poesia dialettale lucerina: “‘A CUCCUUAJE” di Costantino Catapano

redazione

Dialettando 81 – Modi di dire Lucerini

Lino Montanaro

Sfogliando – Detti e Contraddetti…così per dire: “PARE ‘NA MURARE”

redazione