19.9 C
Lucera
12 Agosto 2022
Lucera.it – Giornale Online sulla città di Lucera
News

Avviso Pubblico rivolto a proprietari di dimore storiche o residenze di pregio

cattedrale di lucera
realizzazione siti web Lucera

Parte la valorizzazione del patrimonio storico ed artistico lucerino attraverso una bella iniziativa del Comune di Lucera rivolta a tutti i proprietari di dimore storiche o residenze di pregio, ubicate nel territorio del Comune di Lucera, che intendano “ospitare” la celebrazione di matrimoni civili.

Riportiamo qui di seguito, comunicato stampa ufficiale dell’iniziativa.

[infobox color=”light”]

L’Amministrazione Comunale di LUCERA intende offrire a tutti coloro che intendono scegliere questa CITTA’ per la celebrazione del loro matrimonio civile, non solo sale comunali, ma anche siti di dimore storiche e residenze di pregio, anche private, nell’ottica di valorizzare e promuovere il patrimonio storico – artistico di tutto il territorio comunale.

Il presente avviso è rivolto a tutti i soggetti privati proprietari di dimore storiche o residenze di pregio, ubicate nel territorio del Comune di Lucera, che abbiano caratteristiche di beni di interesse storico, quali risultanti da strumenti di pianificazione locale;

Gli interessati dovranno inviare istanza dichiarando:
-la disponibilità di aderire all’iniziativa;
-l’indicazione della residenza;
-l’impegno di mettere a disposizione del comune, in maniera continuativa ed esclusiva, un locale/ambiente alla celebrazione del matrimonio con rito civile con l’indicazione di quanti giorni al mese e per quanto tempo (con un minimo di due anni);
-la proprietà del bene con l’indicazione dell’atto che lo comprova;
– documentazione rilasciata da Enti Pubblici comprovante le caratteristiche di bene di interesse storico- artistico;

La domanda contenente le indicazioni di cui sopra, potrà essere trasmessa all’Ufficio Protocollo – Corso Garibaldi- LUCERA (FOGGIA) in busta chiusa, con l’indicazione del mittente e la dicitura “Residenze di pregio per matrimoni civili”, entro 20 giorni dalla data di pubblicazione dell’avviso e precisamente entro il 11 FEBBRAIO 2015;

Le richieste pervenute saranno oggetto di successiva valutazione, ai fini della rispondenza ai requisiti richiesti, onde verificare l’idoneità dei siti proposti. A tal fine potranno essere richieste precisazioni ed informazioni integrative, se necessarie.

Accertata la idoneità e la rispondenza ai requisiti richiesti dell’immobile o del locale/ ambiente, verranno istituiti, a norma dell’art. 3 del D.P.R. 3 novembre 2000 n. 396, Uffici di Stato Civile distaccati per la sola funzione di celebrazione dei matrimoni civili.

L’indicazione delle dimore e la conseguente istituzione di Uffici di Stato Civile distaccati avverrà con successivi atti dell’Amministrazione comunale,che saranno prontamente trasmessi al Prefetto della Provincia di Foggia.
L’Amministrazione non è in alcun modo vincolata dal presente Avviso.

Il Responsabile del procedimento è dott. Francesco Pepe.
Informazioni relative alla procedura potranno essere richieste all’ufficio competente del Comune di Lucera: tel. 0881- 541351/ 0881-541352.
Il presente avviso è affisso all’Albo Pretorio on line del Comune, pubblicato sul sito internet del Comune “Home page” ed alla voce “bandi ed avvisi”.

Lucera, lì 22 Gennaio 2015

IL DIRIGENTE DEL II SETTORE
Dott.ssa Domenica Franchino

IL RESPONSABILE
DEL PROCEDIMENTO
Dott. Francesco Pepe

[/infobox]

fonte Comune di Lucera

 

Potrebbero Interessarti

Corso di Formazione per Parrucchiere dello Spettacolo

redazione

Nasce la nuova rubrica “In cucina con Lucia”

Isabella Capobianco

Il sindaco chiude al traffico Piazza della Repubblica, esplode la rabbia dei commercianti

redazione

“Artisti di sbarre” nel carcere di Lucera. Arte, musica e poesia per l’open day del CPIA1

redazione

Impianto di compostaggio a ciclo anaerobico, Antonio Tutolo a Lucera.it : “In giro tante falsità. Vi spiego tutta la vicenda”

Michele Urbano

Riportate a casa tra mille proclami, dopo un anno, giacciono abbandonate. E adesso la Fondazione minaccia di destinarle ad altro Museo

redazione