16.1 C
Lucera
26 Maggio 2024
Lucera.it – Giornale Online sulla città di Lucera
Copertina Dialettando

Dialettando 348 – Modi di dire Lucerini

realizzazione siti web Lucera

lino-montanaro“Dialettando” , la rubrica di Lino Montanaro propone tutti i giovedì proverbi e modi di dire lucerini, tramandati di generazione in generazione, per non dimenticare le origini della nostra amata Lucera.

DIALETTANDO 348

· A Lucera non si dice “I comportamenti di una persona, sono il frutto dell’educazione ricevuta ”, ma si dice “CÚME L’ ÀNNE MBARATE, ACCUSSÍ SÀ PORTE“ – (Traduzione: Come è stato educato, così si comporta )

· A Lucera non si dice “Favonio dopo alcuni giorni perde forza e porta precipitazioni ”ma si dice “DOPPE TTRÈ JJÚRNE FAVÚGNE PORTE L’ACQUE” – (Traduzione: Dopo tre giorni Favonio porta acqua)

· A Lucera non si dice “Non la posso proprio soffrire“ ma si dice “QUÈLLE ME VACE ‘MBACCE O’ NASE“ – (Traduzione: Quella mi sbatte sul naso )

· A Lucera non si dice “ Ha l’abitudine di borbottare sempre ” ma si dice “ PARE ‘A GATTE CHE SE STÀ MAGNANNE U PELEMÓNE “ – (Traduzione: Sembra la gatta che sta mangiando il polmone)

· A Lucera non si dice “ Per chiacchierare si sono sistemate sull’uscio di casa ” ma si dice “ SE SÒ MÌSSE A TAGGHJE DE PORTE “ – (Traduzione: Si sono messe a parlare sul taglio della porta )

· A Lucera non si dice “ Ha la camicia che fuoriesce dal retro dei pantaloni ” ma si dice “ TÉNE ‘A PECHÈSSCE DA FÓRE ” – (Traduzione: Ha la camicia di fuori)

· A Lucera non si dice “ Nonostante lo invito a smettere, continua imperterrito ” ma si dice “ ÍJE DÌCHE ZÀ E QUILLE CORRE A VESAZZE “– (Traduzione: Io dico vai via al cane e quello corre alla bisaccia)

· A Lucera non si dice “ Lo hanno smascherato ” ma si dice “ È RRUMASTE C’A FACCIA CACATE “ – (Traduzione: È rimasto con il viso sporco)

· A Lucera non si dice “ Ho la sensazione di non poter respirare ” ma si dice “ OGGE ME SÉNDE L’ÀNEME DA FÓRE “ – (Traduzione: Oggi mi sento l’anima che viene fuori)

· A Lucera non si dice “ Mi rimpiangerete tantissimo! ” ma si dice “ QUANDE M’AVÌTE CHIAGNE! ”– (Traduzione: Quando dovrete piangermi!)

 

In foto – Anni 20 – Piazza San Giacomo


[LINO MONTANARO BIOGRAFIA E PUBBLICAZIONI PRECEDENTI]

 

Potrebbero Interessarti

Dialettando 23 – Modi di dire Lucerini

lucerIn0d0c

Compagni di classe si ritrovano a Lucera, 50 anni dopo il diploma

redazione

La Caritas diocesana prosegue la sua opera

redazione

Dialettando 243 – Modi di dire Lucerini

Lino Montanaro

I Saraceni di Lucera hanno iniziato in maniera strepitosa il loro quinto anno di attività

redazione

Recital Lirico “Agitata da due venti” al Teatro Garibaldi di Lucera

redazione